Cremona-Brindisi chiuderà la Final Eight

 In Basket Italia
Share

Dopo due giornate di partite scoppiettanti, grande attesa per le due semifinali della Final Eight. Nella prima la Vanoli Cremona batte una Virtus Bologna forse un po’ scarica dopo la vittoria con Milano; nella seconda Brindisi si conferma e batte la Dinamo Sassari, forse anche in questo caso un po’ appagata dalla prima vittoria.

Vanoli Cremona – Virtus Bologna 102-91

Anche stavolta Cremona parte subito a fuoco e con Diener ed Aldridge va avanti +4 diverse volte. Coach Sacripanti porta alcuni accorgimenti alla sua Virtus e riesce a contenere Cremona, chiudendo il primo periodo sotto di una sola lunghezza (21-20).
La seconda frazione si apre nel segno di Aradori, che spinge la sua Virtus sul +5 costringendo stavolta Cremona a portare delle correzioni all’assetto. È quindi la Vanoli a tentare la fuga, ma viene riagganciata su 38 pari. Qui c’è il primo momento chiave con Cremona che allunga decisamente sul +10, diventando +13 con il 59-44 che porta le due squadre negli spogliatoi.
Si rientra in campo e la tensione è palpabile con 3 minuti senza canestri. Poi Cremona allunga, la Virtus tiene e riaccorcia sul -10 grazie sempre ad Aradori. Bologna sfrutta ulteriormente un’altra crisi offensiva della Vanoli per tornare a -6 ma è nuovamente Saunders con un gioco da tre punti a ridare fiato alla Vanoli. Terzo periodo che finisce 75-68.
Ultimo periodo in cui la stanchezza si fa sentire e questo non giova alla Virtus che tenta di rientrare un paio di volte senza trovare lo spunto definitivo. Cremona vince per 102-91.

Brindisi –Sassari 86-87

Partita forse inattesa ma che parte alla grande, con un primo periodo sempre punto a punto con continui avvicendamenti in vantaggio. Brindisi è leggermente più lucida sui palloni importanti e riesce a chiudere la prima frazione sul +4 a 28-32.
Nel secondo periodo è soprattutto Polonara a spingere la Dinamo Sassari ma Brindisi, grazie a Rush e Brown, allungano nuovamente sul +6 e grazie all’ulteriore supporto di Moraschini e Banks va alla pausa lunga con un +8 sul 46-54.
Il terzo periodo è l’allungo che sembra definitivo per Brindisi che volta sino al +16 sul 60-74.

Nella quarta frazione è sempre Brindisi avanti, anche se con un distacco che tende a ridursi. A poco meno di due minuti dalla fine, Sassari ci crede ancora e tenta l’impresa come ha fatto ieri contro Venezia. Brindisi però è accorda e nonostante qualche scelta pericolosa sul finale, riesce a tenere il vantaggio per 86-87 e ad andare in finale.

Recommended Posts
Share
Share
new york times grafica