Sassari-Brindisi seconda semifinale di Final Eight

 In Basket Italia
Share

La seconda giornata delle Final Eight di Coppa Italia è una di quelle che ci ricordano perché il basket è unico. Al termine di due partite incredibili, sono la Dinamo Sassari e l’Happy Casa Brindisi a qualificarsi per la seconda semifinale.

 

Reyer Venezia – Dinamo Sassari 88-89

Facile a dirsi che dove c’è GianMarco Pozzecco in panchina può succedere di tutto. Proprio per questo Venezia parte fortissima e dopo meno di quattro minuti è avanti 12-6, ma Sassari rientra subito e pareggia 12-12.
Nuovo strappo di Venezia che grazie a ottime percentuali dalla lunga distanza torna sul +9 che, nonostante un piccolo rientro di Sassari, resta tale allo scadere della prima sirena con il 29-20.
Il secondo periodo si apre con una tripla di Polonara che sembra dare inizio ad una nuova ricucitura, ma la Reyer non si fa sorprendere e progressivamente aumenta il divario che arriva al +16 del 57-41 con cui si conclude il primo tempo.
Il terzo periodo serve a Sassari per diminuire progressivamente il distacco, con un parziale di 7-0 e poi con un ulteriore parziale di 10-2. Nonostante Venezia riesca a trovare la via del canestro, la Dinamo dimezza il distacco chiudendo a -9 (75-66) alla terza sirena.
Questa progressione continua nel quarto periodo con la Dinamo che arriva al -2, passando poi in vantaggio sul 79-78. Negli ultimi tre minuti succede di tutto, prima un parziale di 5-0 per Venezia, poi Sassari rientra. A tre secondi dalla fine la Dinamo è ancora sotto di un punto 88-87: Cooley segna il canestro del vantaggio, Watt sbaglia la tripla della vittoria e parte il delirio di Sassari che vince dopo essere stata sotto anche di 19 punti.

Sidigas Avellino – Happy Casa Brindisi 92-95

Se la prima partita di giornata ha regalato grandi emozioni, anche la seconda non è da meno con Brindisi che vola in semifinale dovendo vincere la partita…due volte.
Partita che inizia con Avellino avanti, subito contenuta da Brindisi che contrattacca e volta subito sul +12 (8-20). La Sidigas continua a tirare molto male e Brindisi riesce ad allungare ulteriormente chiudendo il primo periodo sul 12-28.
Primi segnali di vivacità da parte di Avellino, Skyes e Harper fanno rientrare la Scandone sino al -7 (34-41) che nonostante alcuni piccoli allunghi, resta tale anche sulla sirena che porta le squadre all’intervallo lungo.
Il terzo periodo è un capolavoro della Sidigas che quasi stende al tappeto Brindisi: colpo su colpo infatti Avellino prende il largo e sale sul +11 che resta tale anche sulla sirena, con un quarto vinto 40-21.
Dopo essere stata sopra anche di 16 punti, Brindisi si trova ad iniziare l’ultimo periodo a -11 e, dimostrando una grande forza di squadra, pian piano recupera lo svantaggio riaprendo la partita. Con due triple di Rush la partita impatta sull’84-84 con Brindisi che poi rimette il naso avanti sino alla fine.

 

Recommended Posts
Share
Share
final eight 2019 quarto olimpia virtusfinal eight 2019 semi vanoli virtus