Presentato Messina, parte la spedizione per Rio

 In Basket Italia
Share

La nomina di Ettore Messina a CT della Nazionale Maschile di Pallacanestro in previsione del torneo pre-olimpico di Torino è stata una scossa positiva ed è normale che la sua presentazione ufficiale abbia destato grande interesse.
Ci siamo andati anche noi e nel Salone d’Onore del CONI a Roma si respirava un’aria di grande attesa.

Il Presidente della Federazione Giovanni Petrucci non ha nascosto l’entusiasmo e l’orgoglio: “Il ritorno di Ettore Messina in Italia è stato voluto da tutto lo sport italiano: non c’è nessuno che abbia criticato questa scelta. È un allenatore che ha lasciato l’Italia da vincente, dimostrando il suo valore anche all’estero portando sempre in alto i colori dell’Italia. La serietà e l’entusiasmo che ci ha dato e che ha portato a tutti noi è notevole. Mi fa piacere ricordare che Ettore Messina allena gratis la Nazionale, credo che non esista nessun altro al mondo che lo faccia: questa è la dimostrazione dell’amore che il Commissario Tecnico ha per la maglia azzurra.”

Un passaggio breve, molto breve, il Presidente Petrucci lo dedica anche al precedente coach Simone PianegianiLo ringrazio per quello che ha fatto in questi anni: è un grande tecnico, ma abbiamo due caratteri diversi ed era giusto cambiare”.

Il Presidente Pretrucci ha poi collegato, come è ovvio che sia, l’incarico di Messina al torneo pre-olimpico assegnato a Torino “Voglio ringraziare prima di tutto il presidente del CONI Giovanni Malagò e il CONI che hanno creduto fin da subito nell’assegnazione del Pre Olimpico a Torino. Ringrazio anche le società di Serie A per averci sostenuto. Organizzare il Pre Olimpico è un premio per l’intero movimento. Abbiamo una Nazionale forte ma bisogna fare i conti anche con le altre squadre: sarà difficilissimo ma ci proveremo. A Torino le altre squadre dovranno avere paura dell’Italia” e conclude dicendo che con Messina “stiamo già lavorando per il rinnovo dopo il Pre Olimpico perché non vogliamo far cadere sul CT tutte le responsabilità della qualificazione ai Giochi Olimpici”.

Anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, non ha nascosto l’entusiasmo

Ettore Messina è un grande allenatore e, sotto il profilo morale, un modello da seguire. Io sono scaramantico come tutti gli sportivi, ma sono convinto che Messina sarà il primo non americano a diventare Capo Allenatore di una franchigia NBA. Se lui è qui è perché ama la Nazionale, questo sport, l’Italia e le sue radici. Con il massimo rispetto per tutte le altre discipline la pallacanestro è lo sport di squadra per eccellenza: la partecipazione della nazionale maschile all’Olimpiade di Rio darebbe tutto un altro sapore, un’altra forza e credibilità alla nostra spedizione. Ecco perché abbiamo lavorato insieme al presidente Petrucci per riportare Messina sulla panchina della nazionale. È un precursore, bisogna ringraziarlo per quello che ha fatto finora nel basket“.

Ha infine preso la parola proprio coach Messina  “Nel 1993 un Presidente un po’ incosciente (era già Giovanni Petrucci, ndr) decise di affidare la Nazionale a un ragazzotto pieno di entusiasmo. A distanza di tanti anni conosco meglio l’importanza di allenare la Nazionale e sono consapevole delle responsabilità. È un peso che si fa sentire ma mi fa piacere vedere tante persone in questa sala perché sento affetto vero intorno a me”.

Coach Messina ha parlato brevemente delle Olimpiadi “Non posso garantirvi che andremo a Rio, ma abbiamo le carte in regola per qualificarci. Non sarò il vostro Roosevelt come Petrucci che crede nei sogni impossibili e li alimenta. Io, invece, sono come Winston Churchill e vi prometto lacrime, sudore e sangue. A Torino ci sarà una spinta da parte dei tifosi molto importante. Però dobbiamo essere bravi a non farci travolgere da tutto questo. Tutto questo affetto mi emoziona, lo sento veramente e spero di  poterlo ricambiare con i risultati. Non sarà facile ma ci proveremo“.

 

Recommended Posts

Leave a Comment

Share
Share
all star game 2016 italiaRNB Basket Festival 2016 cover