Che Mondiali di basket sono stati?

 In Basket Europa
Share

Gli Stati Uniti hanno vinto i Mondiali di basket in Spagna battendo in una finale senza storia la Serbia. La Francia ha conquistato uno splendido bronzo sconfiggendo la Lituania.
Parliamone. Che Mondiali sono stati? Come è lo stato del basket sul pianeta?

Chiariamo subito la posizione degli Stati Uniti: erano partiti con una squadra ricca di stelle, hanno perso per strada Durant, George, Westbrook perdendo un po’ di appeal marketing, non certo la qualità del gioco. Hanno messo in campo una squadra giovane, atletica e ricca di talento, soprattutto Irving e Thompson hanno impressionato per la continuità ed il livello di attenzione sul gioco.
Forse non vedremo più questa squadra, come sapete il programma americano per le nazionali è molto articolato e non si fanno programmi a lunga scadenza. Il rammarico è ancora più grande, sarebbe stato bello vedere l’evoluzione di questo gruppo.

È stato comunque un Mondiale di spartiacque, alcune nazionali hanno finito un ciclo, come l’Argentina, altre lo stanno finendo, come la Spagna, altre ancora si stanno riorganizzando per le prossime Olimpiadi di Rio.
Sicuramente le altre tre nazionali in semifinale, Francia, Serbia e Lituania, si rivedranno al campionato europeo nel 2015 che già promette molto.
La Francia riuscirà a ripetersi, magari con l’ultima partecipazione di Tony Parker? La Serbia confermerà i progressi visti ai Mondiali? La Spagna inizierà subito un nuovo ciclo, in vista delle Olimpiadi o porterà avanti il suo gruppo storico?

Cosa farà la nostra Italia, magari con almeno 2 dei 4 giocatori in carica nell’NBA?
Proprio dell’Italia si è parlato molto anche in questi Mondiali, con una domanda ricorrente: se la Federazione avesse chiesto la wild card, l’Italia sarebbe entrate nelle prime quattro?
Il mio parere è no. Più o meno giustamente in Italia facciamo sempre riferimento ai quattro giocatori NBA. Al netto degli infortuni e delle disponibilità, non basta giocare in NBA, visto che ormai tutte le nazionali hanno questa dotazione: che Parker e Belinelli giocano in NBA nella stessa squadra, la qualità dei minuti giocati da Parker e dal Beli è decisamente diversa e si sente.

Al di fuori degli Stati Uniti, Spagna, Francia, Serbia, Lituania e forse anche Brasile sono ancora di un altro livello. Sono fisicamente di un livello eccezionale, hanno molteplici opzioni in ogni ruolo, alcune di esse hanno anche allenatori che sono veri condottieri, come Djordievic per la Serbia o il sottostimato Collet della Francia.

Recommended Posts

Leave a Comment

Share
Share
FIBA logodrazen petrovic jordan